Advocate of Moral Reform

Advocate of Moral Reform, periodico americano che, tra il 1835 e il 1845 circa, si impegnò per salvare le donne vittime della corruzione morale e fisica e per riaffermare la centralità della donna nella vita familiare.

Pubblicato per la prima volta a New York nel 1835, the Advocate of Moral Reform ottenne circa 20.000 abbonati negli anni successivi. Servendo come voce per i membri del movimento di riforma morale, la missione della rivista era di riportare un centro morale al gruppo di donne che erano passate oltre l’influenza dei ministri e della famiglia e in situazioni moralmente compromesse. Usando una varietà di tattiche per incoraggiare le ragazze ribelli e le donne cadute a ripudiare i loro modi, l’Avvocato ha anche intrapreso campagne significative per controllare il potere seducente maschile sulle donne, a volte arrivando a stampare rapporti che espongono singoli seduttori e lascivi di particolari comunità.

Poiché sia le pressioni esterne che quelle interne mettevano sempre più in discussione i metodi dell’attivismo della riforma morale, l’Avvocato iniziò a temperare la sua posizione sulla questione, scegliendo di concentrarsi sull’influenza delle donne all’interno della casa. Aumentando gli sforzi per promuovere un’educazione efficace e i valori familiari, il periodico—insieme al movimento stesso-arrivò a riconoscere i limiti della vigile campagna di riforma morale. Come è evidente dalla reazione a un articolo scritto dall’abolizionista Sarah Grimké nel 1838, molti lettori erano impegnati nella causa dell’illuminazione morale, ma la maggior parte delle donne alla fine fu costretta a fare affidamento su figure di autorità maschili. Quando Grimké chiese di rovesciare il dominio clericale e porre fine al “degrado e alla schiavitù” imposto alle donne dagli uomini, la risposta dei lettori di Advocate fu un clamoroso “No.”Lentamente il movimento fu superato da una crescente attenzione all’emancipazione, e a metà degli anni 1840 la rivista cessò la pubblicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.