Come la Medaglia miracolosa può salvare le anime

Vuoi salvare le anime? Così ha fatto San Massimiliano Kolbe e per compiere questo compito pesante ha usato spirituale “proiettili” per abbattere tutti i muri che separavano un’anima da abbracciare Dio con tutto il loro cuore. Quali erano i suoi proiettili? Medaglie miracolose.

Wikipedia

Ecco una breve storia della famosa medaglia e perché sono così potenti:

La devozione comunemente nota come Medaglia Miracolosa deve la sua origine a un membro delle Figlie della Carità di San Vincenzo de ‘ Paoli to a cui la Beata Vergine Maria apparve tre volte nell’anno 1830 , nella casa madre della comunità a Parigi. La prima di queste apparizioni avvenne il 18 luglio, la seconda il 27 novembre e la terza poco dopo. Nella seconda occasione, suor Caterina registra che la Beata Vergine apparve come se fosse in piedi su un globo e avesse un globo tra le mani. Come da anelli incastonati con pietre preziose raggi abbaglianti di luce venivano emessi dalle sue dita. Questi, ha detto, erano simboli delle grazie che sarebbero state elargite a tutti coloro che hanno chiesto di loro. Suor Caterina aggiunge che intorno alla figura apparve una cornice ovale cuscinetto in lettere d’oro, le parole: “O Maria, concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a te”; sul retro è apparsa la lettera M sormontata da una croce, con una traversa di sotto di esso, e sotto tutti i Sacri Cuori di Gesù e di Maria, l’ex circondato da una corona di spine, e il secondo trafitto da una spada.

Alla seconda e alla terza di queste visioni fu dato il comando di far battere una medaglia dopo la rivelazione del modello, e fu fatta una promessa di grandi grazie a coloro che la indossavano quando erano benedetti. (Catholic Encyclopedia, enfasi aggiunta)

Proprio come ogni sacramentale deve essere indossato con devozione e pietà, ma se una porta è aperta, la nostra Beata Madre la userà. Un esempio di questo è la famosa conversione di un ebreo, Alphonse Ratisbonne. Ecco una descrizione di quello che è successo:

aveva resistito agli appelli di un amico di entrare in Chiesa. acconsentì, un po ‘ a malincuore, ad indossare la medaglia, e trovandosi a Roma, entrò, per caso, nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte e vide in visione la Beata Vergine esattamente come è rappresentata sulla medaglia; la sua conversione seguì celermente. Questo fatto ha ricevuto sanzione ecclesiastica, ed è registrato nell’ufficio della festa della Medaglia Miracolosa. (Ibid)

Questa particolare storia ha ispirato San Massimiliano Kolbe (la cui festa si celebra il 14 agosto) ad adottare la Medaglia Miracolosa per una nuova congregazione da lui fondata che era dedicata alla Beata Madre. Dopo aver ascoltato la storia, ha pregato e meditato sulla Medaglia Miracolosa per nove mesi prima di decidere di farne l’emblema della sua nuova Milizia Immaculatae (Cavalieri dell’Immacolata).

Per il resto della sua vita avrebbe portato una tasca di queste medaglie, che avrebbe chiamato “proiettili.”Dopo aver incontrato qualcuno e averlo esortato a vivere da fedele cristiano, consegnava loro una Medaglia Miracolosa e lasciava che la Beata Madre si prendesse cura del resto. Nel corso della sua vita molte anime sono state riportate a Cristo attraverso la distribuzione di questi “proiettili.”

Si potrebbe dire che San Massimiliano preparò l’anima aprendo una finestra attraverso la sua esortazione e poi la Beata Madre avrebbe trovato la sua strada attraverso quella finestra nel cuore della persona.

San Massimiliano vedeva anche la medaglia come un mezzo per esprimere la Totale Consacrazione dei suoi seguaci alla Beata Madre ed era un mezzo per salvaguardarla. Ha aggiunto la sua preghiera per essere detto da quelli nel MI:

O Maria concepita senza peccato, prega per noi
che ricorriamo a te, e per tutti coloro che
non ricorrono a te, specialmente i nemici
della Chiesa e quelli a te raccomandati.

Alla fine, la Medaglia Miracolosa è uno strumento potente e un ricordo costante del ruolo della Beata Madre nella nostra vita. Ci ricorda il suo “fiat” e ci incoraggia ad essere fedeli a Dio in ogni cosa. Può essere un canale di molte grazie se le permettiamo di penetrare nei nostri cuori. È una bella devozione, che vale la pena possedere e distribuire per conquistare più anime per Cristo.

Per concludere la riflessione odierna, preghiamo questa preghiera:

Mary, questa medaglia è un segno e una garanzia della tua presenza. Tu sei presente perché è presente il tuo potere, è presente la tua voce e è presente il tuo amore. Pertanto, o meravigliosa Donna senza Peccato e nostra Madre Mistica, ti invitiamo ora a soddisfare la tua garanzia. Portaci le grandi grazie che hai promesso a coloro che portano questa medaglia, specialmente a coloro che la portano al collo. Facci percepire la nostra presenza ora e sempre. Facci sperimentare consapevolmente la tua potenza, il tuo amore e la tua guida, affinché nella loro forza possiamo iniziare a condividere la tua perfetta risposta a Dio e a ciascuna delle sue creature e unirci alla tua guerra con l’antico Serpente. Aiutaci ad abbandonare completamente i nostri sentimenti e le nostre preoccupazioni egocentriche. Aiutaci ad ascoltarti e capirti. Insegnaci ad ascoltare e imparare. Aiutaci a rispondere a voi oggi e sempre; questo fatto uno con voi potremmo rispondere più pienamente con il resto della Chiesa al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, partecipando alla loro vita e unità. (EWTN)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.