La scienza spiega la diffusione di mezza età (e come gestirla)

Se il numero sulla scala aumenta all’aumentare del numero di candele sulla torta di compleanno, incolpa la diffusione di mezza età.

La ricerca pubblicata sul New England Journal of Medicine suggerisce che gli adulti guadagnano in media 3,35 sterline ogni quattro anni, il che potrebbe portare a più di 8 chili di peso in eccesso tra i 35-45 anni.

Nel tentativo di comprendere le ragioni per cui l’aumento di peso è comune nella mezza età, i ricercatori del Karolinska Institutet in Svezia hanno studiato le cellule adipose di uomini e donne per un periodo di 13 anni. La loro ricerca ha mostrato la velocità con cui il grasso viene rimosso dalle cellule-chiamato turnover lipidico-rallenta con l’età, innescando un aumento di peso.

Uno studio separato ha rilevato che l’invecchiamento aumenta i livelli di un enzima chiamato protein chinasi DNA-dipendente, o DNA-PK, che sembra rallentare il metabolismo e rendere più difficile bruciare i grassi. Un aumento del DNA-PK è stato associato all’aumento di peso di mezza età nei topi. I ricercatori si aspettano che il blocco dell’enzima, probabilmente con farmaci, possa aiutare a combattere l’aumento di peso nella mezza età.

MENOPAUSA E aumento di PESO

Per le donne, l’invecchiamento può anche portare alla ridistribuzione del grasso, secondo un nuovo studio pubblicato sull’American Journal di Ostetricia e Ginecologia, che ha mostrato di donne in post-menopausa sperimentato un incremento nella loro vita circonferenze — la definizione classica di mezza età spread — e si riduce la quantità di grasso nelle gambe. La maggior parte delle donne incluse nello studio non ha aumentato di peso.

“In due persone con lo stesso BMI, colui che ha più forma di” mela “e immagazzina il grasso nell’addome è a più alto rischio di malattie cardiache rispetto a colui che immagazzina il grasso altrove”, spiega la dott. ssa Erin Michos, MHS, direttore associato di cardiologia preventiva presso la Johns Hopkins University School of Medicine.

Le donne la cui circonferenza della vita era superiore a 35 pollici avevano il 31% in più di probabilità di morire entro un periodo di 20 anni rispetto a quelle con circonferenze della vita più piccole, anche se il loro BMI cadeva nell’intervallo “normale”, secondo la ricerca di un numero 2019 di JAMA Open Network. Le cause primarie di morte tra le donne con la cosiddetta obesità centrale (o girovita più grande) erano malattie cardiache e tumori legati all’obesità come il cancro al seno e al colon.

“Nelle più recenti linee guida per la gestione dell’obesità, la misurazione è stata raccomandata tra le persone in sovrappeso o obese ma non tra le persone di peso normale”, afferma Yangbo Sun, ricercatore post-dottorato presso l’University of Iowa College of Public Health. “Questo potrebbe inviare quelle persone con peso normale ma con alto grasso addominale a un messaggio sbagliato che sono privi di un particolare rischio correlato all’obesità, mentre in realtà sono a rischio elevato di mortalità e potrebbero aver bisogno di interventi di riduzione del rischio, come modifiche dello stile di vita e altri interventi.”

CORRIDORI E AUMENTO DI PESO

La ricerca più vecchia ha seguito 4.769 corridori di età compresa tra 18-50 e ha trovato l’uomo medio guadagnato circa 3,3 sterline e.75 pollici intorno alla sua vita per decennio indipendentemente dal numero di miglia che correvano a settimana. Sulla base dei risultati, i ricercatori hanno suggerito 30-year-old uomini che correvano 10 miglia a settimana avrebbe bisogno di aumentare la loro distanza a 24 miglia a settimana per età 40 per evitare l’aumento di peso.

Potresti non essere in grado di superare la diffusione di mezza età, ma Sun osserva che fare esercizio fisico regolare è importante man mano che invecchi.

LA LINEA DI FONDO

Mangiare una dieta sana e ottenere abbastanza esercizio fisico sono le migliori opzioni per mantenere i chili di accumularsi su.

“Gli studi hanno dimostrato che una dieta sana … è associata a un minor rischio di obesità centrale è stato dimostrato che un’adeguata attività fisica riduce l’adiposità addominale negli adulti”, afferma Sun. “I cambiamenti nella dieta e nell’attività fisica sono le principali opzioni non chirurgiche di prevenzione e trattamento per l’obesità centrale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.