Micro conversioni: Come sbloccare conversioni nascoste

La maggior parte delle persone associa le conversioni al momento in cui un visitatore del sito Web diventa un cliente pagante. Mentre una transazione è la conversione definitiva, non è l’unica misura del successo.

Ci sono altre azioni più piccole che i visitatori del sito web possono intraprendere verso i tuoi principali obiettivi di conversione. Questi piccoli passi, noti come micro conversioni, sono miniere d’oro di conversione “nascoste” per qualsiasi sito web.

Le micro conversioni hanno un impatto significativo sul tasso di conversione complessivo di un sito. Questo perché una micro conversione fornisce una visione approfondita di come i visitatori si comportano e navigano attraverso l’imbuto di vendita.

In questa guida, spiegherò tutto quello che c’è da sapere su come sfruttare le micro conversioni per migliorare il tasso di conversione complessivo del tuo sito web.

Che cos’è una Micro conversione?

Le micro conversioni sono passaggi incrementali che i visitatori del sito Web adottano per mostrare interesse per il tuo marchio, i tuoi prodotti o servizi.

La maggior parte delle persone non atterra su un sito web e clicca immediatamente sul pulsante “Acquista ora”. Prendono azioni più piccole prima di completare una conversione “macro”.

Qual è la differenza tra una conversione micro e una conversione maco?

Le conversioni macro sono l’obiettivo finale del tuo sito web. Nella maggior parte dei casi, le conversioni macro sono transazionali. L’acquisto di un prodotto, la sottoscrizione di un servizio, la richiesta di una consulenza, o la firma per una prova gratuita sarebbero tutti rientrano nella categoria macro.

Le micro conversioni rientrano in genere in una delle due categorie: pietre miliari del processo o azioni secondarie. Una pietra miliare del processo rappresenta il movimento lineare verso una conversione macro (ad esempio l’aggiunta di un articolo al carrello). Le azioni secondarie (come la menzione di un marchio sui social media) non funzionano direttamente verso l’obiettivo primario, ma sono comunque indicazioni di potenziali conversioni di macro nella funzionalità.

Ad esempio, diciamo che mi imbatto in uno dei tuoi post sul blog. Ho trovato l’articolo interessante, quindi l’ho condiviso con i miei amici sui social media. Ho anche firmato per la tua newsletter e-mail per ricevere messaggi simili in futuro.

Non ho comprato nulla, ma le mie azioni sono ancora significative per la tua linea di fondo.

Implementando e monitorando le micro conversioni sul tuo sito web, puoi analizzare il comportamento dell’acquirente e ottimizzare meglio il tuo sito per tassi di conversione più elevati.

Le micro conversioni ti consentono di coltivare i tuoi lead, creare imbuti di conversione migliori e misurare l’efficacia dei tuoi canali di comunicazione.

10 Micro conversioni che dovresti usare sul tuo sito

Se sei pronto per sbloccare le conversioni nascoste sul tuo sito web, devi iniziare a sfruttare le micro conversioni. Queste sono le prime dieci micro conversioni che dovresti usare sul tuo sito web per aiutare a guidare le conversioni macro.

Spiegherò come ognuno può essere utilizzato in modo più dettagliato di seguito.

E-mail Newsletter

Tutti i siti web in ogni settore dovrebbero avere un modulo di opt-in e-mail sul sito. Dai piccoli siti Web personali ai marchi di e-commerce internazionali e tutto il resto, tutti devono sfruttare l’email marketing.

Un visitatore del sito web che si iscrive alla tua lista e-mail è una grande vittoria per la tua attività. Questa micro conversione è il modo migliore per coltivare quel piombo.

Ecco alcuni dei principali motivi per cui le persone si iscrivono alle newsletter via email.

Se riesci a trovare modi per soddisfare queste esigenze sul tuo sito web, aumenta le possibilità che le persone si iscrivano e completino questa micro conversione critica.

Una volta che la gente opt-in, avrete una linea diretta di comunicazione con loro. Sarai in grado di inviare loro aggiornamenti sui prodotti, promozioni, consigli personalizzati e altre campagne di lead-nurturing per generare conversioni.

L’email marketing offre un elevato ROI. Per ogni spend 1 che spendi in una campagna di email marketing, puoi aspettarti di ricevere 4 42 in cambio.

Le e-mail di benvenuto da sole hanno un tasso di apertura dell ‘ 82%. Così si può potenzialmente ottenere un nuovo abbonato per completare una conversione macro subito dopo l’opt-in.

Un abbonato e-mail è estremamente prezioso. Questa micro conversione aiuta ad aumentare il valore di vita del cliente.

Commenti sul blog

Non sottovalutare il valore di un commento sul blog. Anche se potrebbe non essere così incisivo come un’e-mail opt-in, qualcuno che commenta i tuoi post sul blog è sinceramente interessato a interagire con il tuo marchio.

Pensa al processo che qualcuno attraversa prima di commentare un articolo.

In primo luogo, devono atterrare sul tuo post. Se hanno trovato il tuo blog attraverso una ricerca organica, navigando direttamente al tuo sito web, o trovato sui social media, il visitatore ha dovuto fare un primo passo per atterrare sul tuo sito.

Successivamente, il visitatore deve effettivamente leggere e conservare i tuoi contenuti, il che è enorme. Pensa a quanto spesso atterri su un articolo, scremalo rapidamente e vattene. Qualcuno che lo fa non si prenderà il tempo di commentare nulla.

Una persona che commenta il tuo blog potrebbe essere d’accordo con quello che stai dicendo, in disaccordo con te, o vogliono solo condividere i propri pensieri e opinioni. Qualunque sia la ragione potrebbe essere, sono abbastanza interessati a impegnarsi con un commento.

Questa micro conversione attira quel visitatore a tornare al tuo sito in futuro. Forse vogliono continuare ad avere una discussione nei commenti o condividere la loro opinione su un altro post.

Indipendentemente dal motivo, avrai maggiori possibilità di ottenere una conversione macro da qualcuno che ritorna costantemente al tuo sito web. Quindi fai del tuo meglio per incoraggiare i commenti su tutti i tuoi post. Rispondere ai commenti e spingere per la conversazione per continuare.

Un visitatore del sito web non può acquistare qualcosa finché non lo aggiunge al carrello. Questa micro conversione è un requisito nel processo di acquisto.

Tuttavia, non tutte le sessioni di add-to-cart terminano con una vendita. Dai un’occhiata all’imbuto di conversione e-commerce medio.

Ma quei carrelli abbandonati non sono una causa persa. Questi visitatori hanno già familiarità con il tuo marchio e hanno identificato prodotti specifici che sono interessati ad acquistare. È possibile ottenere loro di convertire in futuro.

Anche se non si migliora il tasso di transazione, solo aumentando il numero di sessioni con un add-to-cart, potrai infine aumentare il volume delle vendite.

Come puoi migliorare la tua tariffa add-to-cart?

Ci sono sottili cambiamenti che puoi apportare sul tuo sito web per ottimizzare questa cruciale conversione mico. Qualcosa di piccolo come spostare il pulsante add-to-cart in un punto primario di messa a fuoco sullo schermo può fare una grande differenza.

Utilizzare una heatmap per apportare modifiche alla progettazione basate sui dati. Strumenti come Crazy Egg rendono più facile per voi per ottenere questa conversione mico destra.

Riceverai report visivi che mostrano esattamente come si comportano i visitatori sul tuo sito web. Utilizzare tali informazioni per ottimizzare il pulsante add-to-cart. Puoi anche usare Crazy Egg per eseguire test A / B.

Condivisione di contenuti

La condivisione sociale è un’altra grande vittoria di micro conversione. Mentre la quota stessa non necessariamente mettere i soldi in tasca, l’impatto di tale quota non ha prezzo.

La condivisione dei contenuti è essenzialmente marketing gratuito per il tuo sito web. A seconda di come la persona condivide il tuo contenuto, può essere esposto a centinaia o addirittura migliaia di altre persone. Di conseguenza, crea la consapevolezza del marchio per la tua azienda.

La condivisione può venire in tutte le forme e dimensioni diverse. Potrebbe essere semplice come inoltrare una newsletter via email. O forse qualcuno ha condiviso uno dei tuoi post sui social media con i loro follower.

Oltre a pubblicare contenuti altamente condivisibili sui tuoi canali di distribuzione, dovresti anche incoraggiare la condivisione sul tuo sito web. Rendere il più semplice possibile per i visitatori del sito web per completare questa micro conversione. Basta aggiungere le icone di condivisione sociale per i post del blog e pagine di contenuti; lo facciamo qui a Crazy Egg. Dai un’occhiata a questo esempio da un post recente sulla creazione di un marchio:

Queste icone sul lato sinistro dello schermo consentono alle persone di condividere i nostri contenuti con un solo clic. Come puoi vedere, incoraggiamo anche gli opt-in via email con una barra adesiva nella parte superiore dello schermo.

Entrambi questi micro elementi di conversione sono facili da aggiungere a qualsiasi sito web.

Ebook Download

Considera di offrire un ebook gratuito sul tuo sito web in cambio di un indirizzo email. Questo essenzialmente uccide due piccioni con una fava.

Da un lato, stai ricevendo un nuovo abbonato di posta elettronica, che è una micro conversione importante che abbiamo già discusso. Ma il download di ebook stesso è un’altra micro conversione da solo.

Una persona che scarica un ebook è chiaramente interessata al tuo settore. Questo download fornirà loro ulteriori informazioni su un particolare argomento o categoria.

Per alcuni siti web, gli ebook sono una conversione macro.

Ma anche se stai vendendo ebook sul tuo sito, si potrebbe sempre offrire un download capitolo gratuito come metodo promozionale. Il capitolo di esempio o omaggio potrebbe essere sufficiente per invogliare i visitatori a convertire e acquistare il tutto in futuro.

Guardare un video

Ai giorni nostri, ogni sito web dovrebbe produrre contenuti video. Inizierei caricando i tuoi contenuti video su YouTube e poi riutilizzarli su tutti i tuoi canali di distribuzione, incluso il tuo sito web.

Per cominciare, i video guideranno più persone al tuo sito web in primo luogo. Infatti, i video appaiono 70% dei primi 100 annunci di ricerca. Google, il più grande motore di ricerca del mondo, possiede YouTube, il secondo motore di ricerca più grande del mondo.

I consumatori sono 64-85% più propensi ad acquistare un prodotto dopo aver visto un video su di esso.

Quindi, producendo e mostrando video di prodotto sul tuo sito web, aumenta drasticamente le possibilità di guidare le conversioni macro. Ecco perché 88% dei siti web di e-commerce afferma che i video sulle pagine dei prodotti hanno contribuito ad aumentare i tassi di conversione.

Il consumo di video è diventato parte del processo di acquisto del consumatore.

Ecco qualcos’altro da prendere in considerazione. I video aumentano drasticamente la durata del tempo che i visitatori trascorrono sul tuo sito web. Gli utenti trascorrono in media 7 minuti e 21 secondi su pagine con contenuti video, rispetto a soli 2 minuti e 48 secondi su pagine senza video.

Convincere la gente a guardare contenuti video è una significativa vittoria di micro conversione.

Visualizzazione di più pagine

Misurare le visualizzazioni di pagina è un KPI cruciale che viene spesso trascurato. Ma i visitatori che visitano più pagine hanno maggiori probabilità di convertire.

Puoi supporre che le visualizzazioni di pagina indichino il livello di coinvolgimento di un visitatore con i tuoi contenuti. Più pagine visualizzate implicherebbero un alto livello di coinvolgimento.

Ma detto questo, le visualizzazioni di pagina da sole potrebbero essere una statistica ingannevole. Alcuni siti Web sperimentano visualizzazioni di pagina elevate e conversioni basse perché gli utenti navigano ma non riescono a trovare ciò che stanno cercando; questo non è buono.

Puoi utilizzare gli strumenti online per capire come i visitatori interagiscono con i contenuti del tuo sito web. Oltre alle heatmap, Crazy Egg può registrare le sessioni dei visitatori. Questi rapporti mostrano esattamente come le persone stanno navigando mentre navigano da una pagina all’altra.

Visualizzando le registrazioni di sessione, sarete in grado di capire se le persone sono sempre bloccati o sperimentando punti di dolore nella navigazione. Quindi puoi ottimizzare il tuo sito in base a questi dati.

Compilare un modulo

I moduli online sono eccellenti conversioni mico che dovresti incoraggiare sul tuo sito web. Il processo di compilazione di un modulo aiuta a soddisfare i passaggi del ciclo di conversione.

In molti casi, i siti web implementano moduli brevi per convertire gli utenti. Le forme più corte sono più facili da compilare e producono una bassa quantità di attrito. Ma non sono ideali in ogni scenario.

In termini di generazione di lead, i moduli multi-step saranno più vantaggiosi per il tasso di conversione complessivo. I moduli multi-step sono più rilevanti per l’utente, migliorano i dati raccolti e consentono di inviare messaggi di follow-up più personalizzati.

Secondo un recente caso di studio di Venture Harbour, i moduli multi-step possono aiutare ad aumentare le conversioni fino al 300%.

Oltre ai moduli di lead generation, potresti anche incoraggiare i visitatori a compilare sondaggi per interagire con il tuo marchio online.

Che tu stia utilizzando moduli brevi, moduli lunghi, moduli multi-step o qualche altra variazione, come un sondaggio, i tuoi moduli ti aiuteranno a guidare le micro conversioni sul tuo sito web.

Creazione di un account

Incoraggia sempre i visitatori del sito a creare un account o un profilo utente sul tuo sito web. Ciò consente di personalizzare il loro contenuto e offrire raccomandazioni pertinenti.

Mentre il 7% dei visitatori che fanno clic su una raccomandazione di prodotto potrebbe sembrare un numero basso, questi clic generano il 24% degli ordini e il 26% delle entrate totali.

I visitatori del sito Web che fanno clic sui consigli sui prodotti hanno 5,5 volte più probabilità di convertire rispetto a quelli che non hanno fatto clic. La personalizzazione aumenta la probabilità che una prospettiva acquisti un prodotto del 75%.

Quindi, mentre la creazione di un account non monetizza direttamente una visita in loco, l’impatto di tale micro conversione può portare a più vendite in futuro.

Brand Menziona sui social media

In precedenza, abbiamo parlato dell’importanza di incoraggiare la condivisione di contenuti su più canali, inclusi i social media. Le menzioni di marca sono simili, ma non proprio uguali.

Con una menzione del marchio, le persone non condividono necessariamente un contenuto che hai creato. Invece, stanno organicamente parlando del tuo marchio. Ma questa è ancora una promozione gratuita per il tuo business.

Ecco un esempio. Diciamo che qualcuno compra qualcosa dal tuo sito di e-commerce. Quando arriva, scattano una foto del prodotto, lo caricano su Instagram e taggano il tuo marchio.

Mentre la menzione del marchio stesso non determina necessariamente entrate, il risultato di questa micro conversione è estremamente prezioso.

Non solo il cliente è più propenso ad acquistare di nuovo da te, ma aumenta la consapevolezza del marchio per i propri amici, familiari e follower.

Trova modi intelligenti per incoraggiare le menzioni del marchio sui social media. Crea hashtag di marca, esegui concorsi, omaggi e altre promozioni che invogliano gli utenti a menzionare il tuo marchio online. Usa il tuo sito web per promuovere queste campagne e ottenere più persone a parlare di te su vari canali sociali.

Considerazioni finali

Mentre le micro conversioni potrebbero non sembrare un grosso problema, sono cruciali per il successo di qualsiasi sito web. Alcune micro conversioni sono in realtà un passo necessario nel processo di conversione.

Monitorando le micro conversioni, puoi migliorare l’esperienza di acquisto per le persone che visitano il tuo sito web.

Utilizza strumenti come heatmap, test A / B e registrazioni di sessioni per prendere decisioni di progettazione basate sui dati che miglioreranno le prestazioni delle tue micro conversioni.

Le micro conversioni aiutano ad aumentare la brand awareness e a stimolare il coinvolgimento dei potenziali lead. Seguendo i suggerimenti e le best practice che ho descritto in questa guida, puoi trasformare queste conversioni nascoste in una miniera d’oro per il tuo sito web.

  • Autore
  • Post recenti
Questo articolo è stato scritto da Dailyspert quotidiano di oggi.

Ultimi messaggi di Oggi Eggspert (vedi tutti)
  • Hubspot CRM Recensione – Marzo 25, 2021
  • Rame CRM Recensione – Marzo 24, 2021
  • La Guida per Principianti al VoIP per il Test di Velocità di Marzo 23, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.