Minnesota

Vicino South Dakota legalizza la cannabis; Minnesota legalizzazione bill on the move

Ultimo aggiornamento: febbraio 23, 2021

A novembre 3, 2020, gli elettori in South Dakota hanno approvato una misura di voto legalizzando, regolando e tassando la cannabis per gli adulti 21 e più anziani. Polling mostra ancora più forte sostegno in Minnesota. Tuttavia, il leader della maggioranza del Senato Paul Gazelka (R) e il suo caucus stanno ostacolando il progresso.
Il 5 maggio 2020, il leader della maggioranza della Camera Ryan Winkler (D) ha introdotto la sua tanto attesa legislazione per legalizzare e regolare la cannabis con un focus sull’equità. Il disegno di legge completo-che Winkler ha ritenuto “il miglior disegno di legge di legalizzazione nel paese” – riflette l’input degli stakeholder, incluso il suo tour” Be Heard on Cannabis ” durante l’autunno e l’inverno di 2019, e da organizzazioni tra cui MPP.
Quest’anno, ha introdotto una versione leggermente rivista — HF 600 — che è già passata attraverso due comitati. Tuttavia, HF 600 deve ancora affrontare un processo arduo comitato per ottenere attraverso la Camera, e una ripida collina a salire in Senato. (Il leader della maggioranza Paul Gazelka (R) ha detto che il caucus repubblicano è fortemente contrario e che la legalizzazione non passerebbe al Senato.)
Fai sapere ai tuoi legislatori statali che vuoi che ascoltino gli elettori e finiscano il divieto di marijuana nella Terra dei laghi 10,000.
La legalizzazione creerebbe decine di migliaia di posti di lavoro disperatamente necessari e centinaia di milioni di entrate fiscali, e ridurrebbe arresti, ricerche e arresti inutili che colpiscono ingiustamente e inegualmente i Minnesota neri. Un rapporto 2020 ACLU mostra che il Minnesota ha l’ottava peggiore disparità razziale nella nazione, con individui neri 5.4 volte più probabilità di essere arrestati per possesso di marijuana rispetto ai bianchi, nonostante i tassi di utilizzo quasi identici.

Il programma di cannabis medica del Minnesota apporta modifiche per migliorare l’accesso sicuro alla luce del coronavirus

Come nel caso di ogni altro stato di cannabis medica, le aziende di cannabis medica sono state autorizzate a rimanere aperte durante l’ordine Safer At Home del Minnesota — insieme ad altre attività sanitarie e mediche. Inoltre, il governatore Tim Walz (D) ha emesso un ordine esecutivo per migliorare l’accesso dei pazienti alla cannabis medica in questi tempi straordinari. Ciò ha incluso consentendo certificazioni di telemedicina, consentendo ritiro marciapiede, estendendo le scadenze di rinnovo, e consentendo caregivers temporanei.
Mentre tutti questi sono importanti miglioramenti, il governatore dovrebbe anche consentire la consegna a domicilio durante la pandemia. La consegna consente un maggiore allontanamento sociale e ridurrebbe l’onere per i malati gravi e i loro caregiver. Puoi chiamare Gov. Walz al 651-201-3400, mandargli una nota qui o contattarlo su Twitter.

Il programma di cannabis medica del Minnesota si espande, ma rimane imperfetto

Nel 2014, l’allora governatore Mark Dayton ha firmato un programma di marijuana medica dopo aver insistito sulle modifiche che lo hanno reso estremamente restrittivo e che aumentano i costi della cannabis medica.
Dopo il primo anno del programma, il 92% dei pazienti ha riportato alcuni benefici dal trattamento e il 67% ha riportato un grande beneficio. Tuttavia, più della metà dei pazienti che si sono registrati e hanno effettuato acquisti entro i primi sei mesi hanno smesso di acquistare cannabis medica dai dispensari entro la fine di 2016. Nello stesso sondaggio, 86% dei pazienti ha riferito di aver trovato la cannabis medica almeno un po ‘ insostenibile, con 29% che ha segnalato i prezzi come molto proibitivi.
I sostenitori locali, spesso con l’assistenza di MPP, hanno presentato una petizione all’Ufficio della cannabis medica del Minnesota per aggiungere condizioni di qualificazione. Di conseguenza, il programma si è lentamente espanso. La legge richiedeva all’ufficio di considerare l’aggiunta di dolore intrattabile, che ha approvato nel 2015. Quindi, seguendo il processo di petizione, ha aggiunto PTSD in 2016, apnea ostruttiva del sonno e autismo alla fine di 2017, morbo di Alzheimer in 2018 e dolore cronico in 2019. Il dipartimento della salute ha anche approvato la degenerazione maculare, ma è stata respinta dal legislatore.
L’Ufficio della Cannabis medica del Minnesota sta attualmente valutando petizioni per aggiungere condizioni qualificanti al programma di cannabis medica dello stato: ansia, anemia falciforme e disturbo da tic. I commenti a sostegno possono essere inviati entro il 16 ottobre 2020.
Si prega di registrarsi per i nostri avvisi e-mail in modo da poter rimanere coinvolti per assicurarsi che il programma serve bene i pazienti. Inoltre, connettiti con i nostri alleati a Sensible Minnesota, che stanno lavorando sulla questione.

PatrickMcClellan
Uno degli annunci TV 2014 di MPP, con il paziente Patrick McClellan, che sollecita il governatore Dayton a non ostacolare la legislazione sulla marijuana medica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.