‘Minpaku’ alloggio legge entra in vigore, ma complicato processo ostacola i proprietari

Una nuova legge che disciplina i soggiorni di breve durata alla proprietà privata, case a pagamento-chiamato “minpaku” in Giappone-è entrato in vigore il 15 giugno, ma a causa del complicato processo di diventare un rivenditore autorizzato minpaku operatore, i proprietari di beni che potrebbero essere utilizzati come alloggi per i viaggiatori sono stati lenti ad entrare in azione.

I proprietari di immobili a cui è stato vietato affittare appartamenti o case inutilizzati a viaggiatori e altri affittuari a breve termine senza autorizzazione ai sensi della legge Inns and Hotels, possono ora affittare spazi presentando documenti per l’operazione minpaku agli uffici governativi prefettizi.

Ma a causa dell’oneroso processo di registrazione delle proprietà come minpaku secondo la nuova legge, a partire dall ‘ 8 giugno, il processo di registrazione era stato completato solo per 2.707 delle 60.000 proprietà minpaku che si credeva esistessero a livello nazionale.

Lo scopo della nuova legge minpaku è quello di eliminare le imprese illegali minpaku e offrire più opzioni di alloggio per i visitatori in entrata, ma privati aspiranti operatori minpaku stanno trascinando i piedi. Nel frattempo, un gran numero di aziende, con i loro occhi sul potenziale futuro del settore alberghiero, sono entrati nell’arena minpaku.

“Solo tre giorni fa, ho ricevuto un cartello con il mio numero di registrazione, di cui ho bisogno per gestire la mia attività di minpaku”, ha detto Koichi Okano, 58 anni, che ha avviato la sua attività di alloggio privato, Hidamari no ie (Una casa soleggiata), nella città prefettizia di Saitama di Konosu. “Avevo già prenotato prenotazioni per i turisti da Hong Kong per soggiornare presso i miei alloggi, quindi per fortuna il segno è arrivato giusto in tempo per la mia data di inizio della mia attività di giugno 15.”

Okano ha detto che sia il governo della prefettura che i vigili del fuoco locali sembravano non avere familiarità con il modo di aiutare gli aspiranti operatori di minpaku a creare le loro attività, dato che era anche la prima volta che passavano attraverso il processo. Quando Okano ha visitato l’ufficio del governo della Prefettura di Saitama a marzo-quando le autorità hanno iniziato ad accettare le notifiche sulla creazione di tali alloggi in conformità con la nuova legge minpaku-i funzionari dell’ufficio prefettizio gli hanno detto che non avevano nessuna delle risposte alle sue domande e che avrebbero dovuto chiedere al governo centrale. Quando ha posto domande alla stazione dei pompieri locale, la risposta che ha ottenuto è stata: “È la fine dell’anno fiscale e siamo impegnati.”Gli hanno chiesto di aspettare fino alla fine di aprile o all’inizio di maggio, quando avrebbero avuto più tempo per occuparsi dei suoi bisogni.

Poiché Okano avrebbe utilizzato una guest house per motivi della proprietà in cui vive per scopi minpaku, ha attrezzato la guest house con luci di emergenza e rilevatori di fumo come indicato dai vigili del fuoco. Forse a causa di un aumento della domanda di rilevatori di fumo a causa della nuova legge minpaku, gli ordini di rilevatori di fumo sono sottoposti a backup, e Okano non ha ricevuto il suo segno fino a poco prima che la nuova legge entrasse in vigore.

L’attrezzatura che ha installato su istruzioni dei vigili del fuoco costa circa 300.000 yen a 400.000 yen, secondo Okano. Inoltre, quando gli ospiti sono cittadini stranieri, la nuova legge richiede agli operatori minpaku di prendere copie dei passaporti dei loro ospiti e di riferire il numero di ospiti che hanno avuto e il numero di giorni in cui i loro ospiti sono rimasti al loro governo municipale ogni due mesi.

“Essere un operatore minpaku costa denaro e richiede di passare attraverso procedure onerose”, ha detto Okano. “Questo è probabilmente il motivo per cui molte persone che vogliono essere operatori di minpaku stanno aspettando di vedere com’è prima di andare avanti con esso.”

La seccatura necessaria per diventare e rimanere un operatore minpaku non è l’unica ragione per il basso tasso di notifiche minpaku. La nuova legge limita i giorni in cui un alloggio minpaku può essere affittato all’anno a 180, per considerazione dei vicini, ma per evitare controversie sul rumore e sulla spazzatura, 48 governi locali in tutto il paese hanno approvato ordinanze che limitano ulteriormente le aree in cui gli alloggi minpaku possono essere gestiti e il numero di giorni in cui possono essere affittati.

Per esempio, la città di Kyoto, ha limitato il numero di giorni che un singolo minpaku può essere affittato per anno 60 come regola generale, e per evitare problemi che potrebbero sorgere con minpaku dove il proprietario è assente, si ha un’ulteriore regola che richiedono la gestione per la minpaku deve essere sempre raggiungibili in 10 minuti di alloggi da affittare.

“La nuova legge non poteva evitare di incorporare vari regolamenti per affrontare le preoccupazioni da vari punti di vista, quindi non è sicuramente una legge facile da seguire”, ha detto l’avvocato Yohei Ishihara, che è esperto in questioni che circondano minpaku. “Ma dovremmo accogliere con favore il fatto che sia stata stabilita una nuova serie di regole e, se necessario, possiamo fare delle revisioni.”

Mentre i privati che potrebbero potenzialmente diventare operatori minpaku non hanno presentato notifiche di funzionamento minpaku in gran numero sotto la nuova legge, molte aziende sono entrati nel campo e stanno offrendo una gamma di servizi. Queste aziende vedono il potenziale di minpaku, che sono generalmente un’alternativa più economica agli hotel, espandendosi in futuro.

Morten Amberg, un ingegnere svedese di 28 anni che stava visitando la città di Kyoto, ha detto che per i viaggiatori, avere più opzioni per gli alloggi-con l’introduzione della nuova legge minpaku-era una buona notizia. Lui stesso aveva usato il gigante del servizio di intermediazione alberghiera Airbnb per prenotare un condominio, e sembrava soddisfatto dell’usabilità del sito Web della società statunitense, che consente agli utenti di scegliere alloggi in base alla posizione, al prezzo e ad altri criteri.

Recentemente, Airbnb Inc. ha creato confusione di massa con una serie di cancellazioni per prenotazioni di minpaku non autorizzate-secondo la legge giapponese-che erano state fatte attraverso il loro sito web prima dell’applicazione del 15 giugno della nuova legge minpaku. In una conferenza stampa a Tokyo, il co-fondatore di Airbnb Nathan Blecharczyk ha espresso l’intenzione della sua azienda di promuovere legalmente minpaku, affermando che la sua azienda avrebbe supportato i proprietari di proprietà private attraverso il processo di registrazione di minpaku tenendo seminari tenuti da esperti legali, tra gli altri mezzi.

Airbnb ha stretto le mani con 36 aziende giapponesi, tra cui All Nippon Airways Co.: quando si utilizza Airbnb attraverso uno speciale sito ANA, l’utente può guadagnare punti di chilometraggio ANA in base a quanti soldi spendono per l’alloggio Airbnb. FamilyMart Co. ha anche collaborato con Airbnb, consentendo agli ospiti Airbnb di ritirare le chiavi dei loro alloggi in alcuni minimarket FamilyMart a partire dal 15 giugno.

Le aziende che finora non avevano partecipato al business della fornitura di alloggi minpaku a breve termine stanno ora facendo il salto. E-commerce gigante Rakuten Inc. e Lifull Co., un fornitore online di informazioni immobiliari, ha fondato una nuova società che ora sta lavorando con HomeAway Inc., che, come Airbnb, è un importante U. S. servizio di intermediazione, e l’associazione Japan Kominka (old homes) per affittare vecchie case in stile giapponese come strutture di alloggio.

Il produttore di indumenti intimi Wacoal Corp., che ha sede nell’antica capitale di Kyoto, è entrato anche nel business minpaku. Ristruttura vecchie case, tra cui case a schiera in stile Kyoto, da utilizzare come strutture di alloggio. Si affitta anche case che non sono in uso, li rinnova, e poi li affitta per soggiorni di breve durata. Minpaku non si limita alle case tradizionali in stile giapponese; condomini ed edifici che non sono in uso sono rinnovati e affittati out e stanno attirando l’attenzione come un nuovo modo di affrontare il problema della proprietà inutilizzata.

La quantità di denaro coinvolta nelle transazioni relative a minpaku nel 2016 si è attestata a 678,3 miliardi di yen, secondo InfoCom Research Inc. L’istituto di ricerca ha previsto che entro i primi 2020, la cifra sarà raddoppiata a circa 1.31 trilioni di yen. “Se una cultura di condivisione in cui si sceglie di condividere una stanza semplicemente perché ce n’è una aperta diventa saldamente radicata in Giappone, e l’affittuario non ha remore nell’affittare un tale spazio, questo tipo di accordo crescerà come un business”, ha detto un rappresentante di InfoCom.

Fino a quando la nuova legge minpaku entrò in vigore il 15 giugno, gli operatori minpaku, come regola generale, erano tenuti a ottenere il permesso ai sensi della legge Inns and Hotels, se stavano permettendo alle persone di soggiornare in alloggi per soldi. Le condizioni che dovevano essere chiarite per ottenere il permesso per il funzionamento di minpaku erano severe, incluso il non affitto in aree residenziali e l’installazione di attrezzature per la prevenzione degli incendi. Molti minpaku, quindi, sono stati gestiti illegalmente.

I Minpaku erano consentiti nei comuni che erano riconosciuti come Zone speciali strategiche nazionali, ma c’erano restrizioni, come la durata del soggiorno fissata ad un minimo di due notti.

La nuova legge minpaku categorizza i proprietari di proprietà minpaku come operatori di alloggi residenziali, le persone che introducono proprietà minpaku su siti Web e attraverso altri mezzi come intermediari di alloggi residenziali, e se gli operatori di alloggi residenziali non vivono vicino agli alloggi affittati, o il proprietario è assente, deve essere designato un gestore di alloggi residenziali.

(originale giapponese di Masahiro Kawaguchi, Tokyo Business News Department, Yusuke Kaite, Kyoto Bureau e Natsuki Oka, Osaka Business News Department)

  • Dimensione carattere
    • S
    • M
    • L
  • Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.