Nervo vago: che cos’è e quali funzioni ha nel sistema nervoso

Il nervo vago è il numero 10 dei nervi cranici. Tra le altre cose è responsabile della trasmissione di informazioni relative all’attività sensoriale e muscolare, nonché alle funzioni anatomiche.

Quindi vedremo brevemente quali sono i nervi cranici, e quindi definiremo il nervo vago.

  • Articolo correlato: “Parti del sistema nervoso: funzioni anatomiche e strutture”

I nervi cranici

La parte inferiore del nostro cervello è composta da una complessa rete di nervi che conosciamo come “nervi cranici” o “nervi cranici”. In totale ce ne sono 12, hanno origine direttamente nel nostro cervello e sono distribuiti lungo diverse fibre attraverso fori che si trovano alla base del cranio verso il collo, il torace e l’addome.

Ciascuno di questi nervi è composto da fibre che svolgono funzioni diverse e che derivano da una parte specifica del cervello (può essere alla base o nello stelo). A seconda della loro posizione e del luogo specifico da cui partono, le coppie craniche sono divise in sottogruppi:

  • Sul gambo ci sono le coppie I e II.
  • Le coppie III e IV si trovano nel mesencefalo.
  • Sui ponti V, VI, VII e VIII.
  • Infine, nel midollo sono i IX, X, XI e XII.

A loro volta, ognuno di essi ha nomi diversi in base alla loro origine, alla loro attività o alla funzione specifica che svolgono. Nelle sezioni seguenti vedremo come è definito e quali funzioni ha il nervo vago.

Qual è il nervo vago?

Il nervo vago è uno dei nervi cranici che si distingue per avere quattro nuclei e cinque diversi tipi di fibre. Nello specifico, è la coppia cranica numero X ed è l’effettore neurale più predominante del sistema nervoso parasimpatico, poiché comprende il 75% di tutte le sue fibre nervose (Czura & Tracey, 2007).

È noto come nervo “vagus” per menzionare il vagabondaggio e le deviazioni. È il nervo il cui corso è il più lungo dei nervi cranici, si estendono e si distribuiscono ampiamente al di sotto del livello della testa.

Nasce nel midollo allungato o midollo allungato, e avanza verso il forame giugulare, passando tra i nervi accessori glosso faringeo e spinale, ed è composto da due nodi: uno superiore e uno inferiore.

Partendo dal midollo allungato e attraverso il forame giugulare, il nervo vago scende al torace, passando attraverso diversi nervi, vene e arterie. Sia la sua parte sinistra che quella destra si estendono all’interno del collo fino al torace; quindi è responsabile del trasporto di parte delle fibre parasimpatiche ai visceri toracici.

Il nervo vago interagisce in particolare con il sistema immunitario e il sistema nervoso centrale e svolge funzioni motorie nella laringe, nel diaframma, nello stomaco, nel cuore. Ha anche funzioni sensoriali nelle orecchie, nella lingua e negli organi viscerali come il fegato.

Il danno a questo nervo può portare a disfagia (problemi di deglutizione) o chiusura incompleta dell’orofaringe e del rinofaringe. D’altra parte, gli interventi farmacologici sul nervo vago possono aiutare a controllare diversi dolori, ad esempio quelli causati da cancro e da tumori della laringe o malattie intratoraciche.

  • Potresti essere interessato a: “Sistema nervoso parasimpatico: funzioni e percorso”

Connessione con altri nervi

Come abbiamo visto prima, il nervo vago si connette con diversi nervi, cioè scambia molte delle sue fibre e funzioni. Secondo Barral, J-P. & Croibier, A. (2009), i nervi con cui si collega sono i seguenti:

  • Nervo accessorio.
  • Nervo glossofaringeo.
  • Nervo facciale.
  • Nervo ipoglosso.
  • Nervo simpatico.
  • I primi due nervi spinali.
  • Nervo frenico.

I suoi 5 tipi di fibre e le loro funzioni

Le fibre nervose, o nervi, sono le estensioni che collegano il centro di ciascuna cellula nervosa all’altra. Trasmettono segnali che sono noti come potenziali d’azione e ci permettono di elaborare stimoli.

Questi ultimi non sono gli unici tipi di fibre, ci sono anche per collegare e attivare organi effettori, fibre muscolari o ghiandole. Secondo Oer (2014), il nervo vago ha i seguenti tipi di fibre.

La fibra del motore brachiale

Attiva e regola i muscoli della faringe e della laringe.

Fibra sensoriale viscerale

Responsabile della trasmissione di informazioni da un’ampia varietà di organi, tra cui il cuore e i polmoni, la faringe e la laringe e il tratto gastrointestinale superiore.

La fibra motore viscerale

è responsabile del trasporto di fibre parasimpatiche dalla muscolatura liscia al tratto respiratorio, al cuore e al tratto gastrointestinale.

Speciale sensoriale fibra

Il nervo vago trasmette le informazioni necessarie per il gusto del palato e l’epiglottide (la cartilagine fibrosa che chiude l’ingresso della laringe durante la deglutizione)

Generale sensoriale fibra

Questo componente consente il passaggio di informazioni da parti dell’orecchio e dura madre in fossa cranica posteriore.

Riferimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.