Qual è la morale di Biancaneve

Morale: la vanità porta alla distruzione

La storia di Biancaneve è una fiaba molto popolare amata da molte persone. Ma vi siete mai chiesti qual è la lezione morale che questa storia ci insegna? Questa storia tenta di definire la morale della Biancaneve. Per prima cosa, diamo un’occhiata alla storia di Biancaneve.

La storia di Biancaneve

Biancaneve una principessa bella e bella viveva con la sua matrigna, la regina. Questa matrigna era malvagia, vanitosa e malvagia. Ogni giorno stava di fronte al suo specchio magico e diceva: “Specchio, specchio sul muro, chi è il più bello di tutti?”Lo specchio ha sempre risposto che la regina era la più bella di tutte. Ma un giorno rispose che Biancaneve era la più bella di tutte.

La regina gelosa ordinò a un cacciatore di portare Biancaneve nella foresta per farla uccidere. Il cacciatore, dispiaciuto per la povera principessa, la abbandonò nella foresta e riportò il cuore di un cinghiale per dimostrare alla regina di aver ucciso la principessa. Solo e affamato nella foresta, Biancaneve si imbatté in un piccolo cottage che apparteneva a sette nani. I nani la lasciarono tornare al loro cottage, e tutti vissero felici fino a quando un giorno lo specchio disse alla regina malvagia che la principessa era ancora viva e viveva con i nani.

La regina malvagia si travestì da vecchia e andò al cottage dei nani. Ha offerto a Biancaneve una mela avvelenata. Biancaneve cadde incosciente non appena prese un morso dalla mela. La regina pensava di essere morta e se ne andò felice. I nani le costruirono una bara di vetro. Un giorno un principe venne al cottage e vide quanto fosse bella Biancaneve. Le diede un bacio e Biancaneve si svegliò. Biancaneve sposò il principe e vissero felici e contenti.

Nella maggior parte delle versioni di questa storia, la regina cattiva viene punita per i suoi misfatti o muore di dolore e rabbia incapace di accettare la sconfitta.

Qual è la morale di Biancaneve

La vanità porta alla distruzione

Qual è la morale di Biancaneve

Questa storia insegna ai bambini molte lezioni. Una delle lezioni più importanti che insegna è il pericolo della vanità. La regina cattiva vuole Biancaneve morta perché non può accettare il fatto che non è la donna più bella del regno. Ma è questa vanità che la distrugge alla fine.

Il concetto di vera bellezza è un altro tema discusso in questa storia. La regina cattiva può essere bella all’esterno, ma è cattiva e brutta all’interno. Biancaneve, al contrario, è bella sia all’interno che all’esterno. Forse lo specchio la nomina come la più bella di tutte non a causa della sua bellezza fisica, ma a causa di questa vera bellezza. La regina non sarà mai bella come Biancaneve perché il suo cuore non è puro. Pertanto, l’idea che la vera bellezza venga dall’interno è anche discussa in questa fiaba.

Questa storia ha anche un altro messaggio per i bambini. Proprio come nel racconto di Cappuccetto Rosso, questa storia contiene anche il messaggio non fidarti degli estranei.

Immagine per gentile concessione:

“Biancaneve” di William Creswell da Seattle, Washington, USA-Biancaneve, c1919, (Pubblico dominio) tramite Commons Wikimedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.