Questo è il motivo per cui non c’è salario minimo a Singapore

Singapore è una delle economie più libere del mondo. Ma, aspetta…. nessun salario minimo?

La Repubblica di Singapore, un piccolo paese nel sud-est asiatico, è una potenza economica. Perché? Le condizioni di mercato dettano i regolamenti salariali e commerciali.

Questa mentalità si applica anche alla determinazione del salario minimo nazionale del paese. In realtà, il governo di Singapore non ha alcun interesse a regolare queste cose,secondo la sua agenzia per gli affari del lavoro.

Leggi sui salari e l’economia A Singapore

Singapore è uno dei pochissimi paesi del mondo sviluppato che manca di una fornitura di salario minimo. Secondo il Ministero della Manodopera del paese, i salari sono fissati da un sistema che determina “se i salari dovrebbero aumentare o diminuire meglio determinati dalla domanda e dall’offerta del mercato per , abilità, capacità e competenza per svolgere il compito.”

In realtà, questo approccio macroeconomico ha contribuito a Singapore diventando una delle economie più high-tech del mondo.

Secondo l’edizione 2017 dell’Indice della libertà economica della Heritage Foundation, Singapore ha la 2a economia più libera del mondo intero, ricadendo solo nella zona amministrativa di Hong Kong.

“Una politica macroeconomica prudente e un ambiente politico e giuridico stabile sono state le chiavi del continuo successo di Singapore nel mantenere un’economia forte e dinamica”, secondo l’indice.

“I diritti di proprietà ben garantiti promuovono efficacemente l’imprenditorialità e la crescita della produttività. Una forte tradizione di tolleranza minima per la corruzione è istituzionalizzata in un quadro giudiziario efficace, sostenendo fortemente lo stato di diritto.”

Protezioni salariali attuali

Al posto di un salario minimo nazionale, le imprese di Singapore sono soggette a un piano salariale che funge da importo più basso che un lavoratore può essere legalmente pagato. Negli ultimi anni, il Parlamento di Singapore ha fatto passare disposizioni per un reddito di base per addetti alle pulizie, guardie di sicurezza, e pochi eletti altre posizioni orientate al servizio.

Nonostante le politiche governative relative ai controlli sui salari, la maggior parte delle posizioni all’interno di Singapore non è soggetta a un tasso di reddito di base mentre la maggior parte delle industrie ha poca o nessuna regolamentazione o governance centralizzata delle migliori pratiche. Di conseguenza, Singapore mantiene un tasso pro capite molto elevato. In media, ogni Singapore guadagna USD 85.253 all’anno.

Prospettive sul modello salariale singaporiano

Come ogni dibattito associato al soddisfacimento del necessario costo della vita, diversi commentatori e politici hanno espresso preoccupazioni per la mancanza di regole sul salario minimo. I gruppi di lavoro organizzati cercano di installare un modello di salario minimo progressivo nonostante l’opposizione del governo.

La federazione nazionale del lavoro, il National Trades Union Congress (NTUC), serve come il principale sostenitore di un modello di salario minimo nazionale che assomiglia a un sistema in cui i salari per i lavoratori di basso livello sono determinati da una “scala salariale.”I dipendenti a basso reddito sarebbero in grado di fare affidamento sulle aziende che forniscono salari minimi in un gruppo selezionato di gruppi di lavoro piuttosto che affidarsi ai membri del Parlamento per legiferare su un sistema legalmente vincolante.

Nonostante l’ingegno all’interno del mercato del lavoro, il sentimento del governo, prudentemente, rimane focalizzato sulla creazione di un ambiente che consenta al duro lavoro, non al controllo dei salari, di essere il prodotto finale.

Un parere del governo:

  • “…Una politica del salario minimo comprometterebbe i principi di preservare la nostra forte etica del lavoro e la cultura dell’autosufficienza, poiché i lavoratori saranno costretti a seguire corsi di formazione e aggiornamento poiché gli viene garantito un salario minimo indipendentemente dalle competenze, dalle capacità o dalla produttività. Questo è contro la nostra strategia più ampia per migliorare la produttività a tutti i livelli.”- Commento di MAMMA, 2011.

Contrariamente al sentimento del governo e degli alti funzionari al suo interno, un economista ritiene che sia giunto il momento di un salario minimo nazionale:

  • “Si può discutere la questione del salario minimo fino alla venuta del regno. Ci sono pro e ci sono contro. La maggior parte delle nazioni del mondo, i paesi sviluppati, in particolare, hanno introdotto il sistema del salario minimo. Alcuni studi hanno dimostrato che l’introduzione del salario minimo non danneggerebbe l’economia, a condizione che il livello del salario minimo sia collegato al livello di produttività nazionale. In altre parole, non può essere troppo alto, né dovrebbe essere troppo basso per diventare irrilevante.”- Economista Lim Chong Yah, intervista con Canale NewsAsia, 2017.

Un argomento generale riguardante le leggi sul salario minimo è che se un salario minimo è troppo alto, indipendentemente da dove nel mondo si sta verificando l’aumento, potrebbe minacciare posti di lavoro per i lavoratori a bassa qualificazione.

Secondo il direttore delle risorse umane Asia, questa è la conclusione di uno studio condotto dal National Bureau of Economic Research (NBER). Lo studio conclude che gli aumenti salariali minimi imposti dal governo potrebbero incentivare le aziende a scegliere metodi di automazione rispetto al mantenimento dei singoli dipendenti.

“In futuro, molte altre occupazioni che impiegano lavoratori a bassa qualificazione sono sulla buona strada per essere automatizzate, anche se non sono attualmente etichettate come” automatizzabili””, afferma lo studio tramite HRD Asia. “Questi includono, ad esempio, tassisti, cassieri e muratori.”

Indipendentemente da un aumento, i corpi di lavoro accademico suggeriscono gli stessi risultati in economie orientate al mercato come quella di Singapore.

Lettura consigliata:

  1. “Il salario minimo non può funzionare” – Singaporean Ministry of Manpower
  2. Singapore, The 2017 Index of Economic Freedom-The Heritage Foundation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.